Diritti Umani, migrazioni, percorsi di inclusione interculturale

Il Master in Diritti Umani, Migrazioni, Percorsi di Inclusione Interculturale nasce dall’esperienza decennale del Master in Diritti Umani e Intervento Umanitario, rinnovando e aggiornando i contenuti per rispondere meglio elle esigenze che emergono all’interno dei cambiamenti socio-economici del mondo globalizzato. L’obiettivo centrale del Master è di formare figure in grado di progettare, promuovere e gestire interventi che mirino a prevenire e arrestare violazioni dei diritti umani, e implementare progetti di accoglienza e integrazione dei migranti. Attraverso lezioni specifiche di materie giuridiche e di materie economiche, di etno-psichiatria, antropologia culturale, storia e filosofia del diritto si intende accrescere la comprensione delle forme dell’accoglienza e dell’inclusione, anche attraverso l’approccio dello “sviluppo umano”, che è estremamente rilevante per contrastare la discriminazione e l’esclusione economica, politica, sociale, psicologica dei migranti. Il Master mira inoltre ad accrescere e approfondire la conoscenza delle cause delle migrazioni e delle possibili modalità di realizzazione di una effettiva inclusione dei migranti. Al termine del Master gli studenti saranno in grado di: – comprendere i principi base dello sviluppo umano; – stabilire un dialogo con le comunità di migranti e le famiglie al fine di concepire iniziative e proposte finalizzate a promuovere il loro ruolo attivo in nuove opportunità di sviluppo; – ideare e implementare progetti di inclusione sociale di persone particolarmente vulnerabili con metodologie non assistenziali, le quali possano permettere una vera integrazione economica, sociale e culturale; – individuare le principali risorse di finanziamento locali, nazionali e internazionali per realizzare progetti di inclusione sociale; – affrontare il fenomeno delle migrazioni in modo analitico e multidisciplinare, con una particolare attenzione all’approccio dell’etnopsichiatria; – riconoscere le implicazioni culturali e relazionali delle pratiche e dei modelli che orientano gli interventi di inclusione e di aiuto rivolti alle persone migranti e valutarne la ricaduta; – riconoscere e sostenere i saperi, le risorse e le competenze dei migranti al fine di ridurre i rischi di una loro vittimizzazione e riduzione a soggetti passivi.

Direttore

Prof. Giorgio Bongiovanni

Sede

Palazzo Verdi
Via Giuseppe Pasolini, 23 – 48121 Ravenna

Scadenza bando

22 novembre 2019

 

 

Documenti allegati